Concorso parco “Val de Put” – Lumezzane (BS)



  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7


  • COMMITTENTE: Comune di Lumezzane (BS)
  • PROGRAMMA: Concorso di idee per la riqualificazione dell’area denominata "Val de Put"
  • PROCEDURA: concorso di idee a partecipazione aperta
  • PROGETTISTI: Ing. Marco Venosta, Arch. Ezio Venosta, Arch. Luca Rizzieri, Studio naturalistico Natura Mea
  • STATO DI AVANZAMENTO: consegnato a Giugno 2016
  • MISSIONE:  Progetto per la realizzazione di un parco pubblico nell'area denominata "Val de Put"
  • SUPERFICIE: 38.000 m2
  • IMPORTO LAVORI: 400.000 euro
  • CALENDARIO: risultati pubblicati nell'ottobre 2016 - classificati al 5° posto
Accantonata l’idea di creare un parco urbano di tipo tradizionale a tema specifico, quale parco dei divertimenti, parco sportivo, parco avventura, etc.., la nostra attenzione si è rivolta principalmente alla creazione di un habitat naturale dedicato al riposo, al relax ed alle sensazioni che il contatto con la natura può generare, senza trascurare gli spazi per le attività ricreative, i pic-nic e le manifestazioni pubbliche, che trovano una collocazione discreta nel disegno generale. Il progetto, che esclude movimenti di terra ed opere in muratura, prevede: 1. una sistemazione generale del verde con piantumazione con essenze locali; 2. la creazione di una cavea affacciata su un ampio spazio pianeggiante; 3. la sistemazione dell’area pianeggiante a prato destinata al gioco libero, circondata da una pista da jogging; 4. un’area defilata destinata a pic-nic con allestimenti leggeri; 5. la creazione di una ”zona umida” dotata di ruscelletto e laghetto, sormontata da una collinetta alberata; 6. un viale alberato all’ingresso Sud; 7. edifici in legno per i servizi indispensabili (ristoro, serra, servizi igienici, deposito attrezzi); 8. percorsi in terra stabilizzata accessibili dall’utenza debole; 9. gradini ricavati nel terreno con interventi minimi e seguendo il profilo dei pendii per collegamenti rapidi tra i punti di interesse. Il punto di forza della proposta risiede nella scelta dei percorsi caratterizzati dalla loro flessibilità e plasticità. Con un tracciato irregolare immerso nel verde si snodano, lenti su tratti sinuosi poco impegnativi o più rapidi, a scelta, su rampe e scale ricavate nei pendii. Questi percorsi si allargano improvvisamente per diventare una seduta per il riposo degli anziani o raggiungere una cavea che diventa luogo di incontro per i giovani e può accogliere eventi di ogni genere. La passeggiata è resa accogliente dall’apparire, qua e là, di piazzole con panchine affacciate sul panorama della valle, o un belvedere al riparo dal sole, o di un inaspettato ruscello costellato di fiori che si immette in un laghetto ricoperto di ninfee osservati da due innamorati dall’alto della collinetta, discretamente appartati nel boschetto di noccioli. I camminamenti in piano o in costa sviluppati per una lunghezza di circa un kilometro non superano mai la pendenza del 5%, come richiesto dalle buone norme sull’accessibilità e permettono di raggiungere agevolmente i siti più significativi. A tratti, laddove il salto di quota lo richiede, corrono su ponticelli, oppure si insinuano nel bosco ad un livello sospeso rispetto al terreno, offrendo ai visitatori l’emozione di vedere gli alberi da vicino sino a toccarli, affacciati sul panorama del fondo valle.






ULTIMI PROGETTI